WELLNESS POST-WORKOUT: BENEFICI E ACCORGIMENTI

folder_openBenessere
commentNessun commento

Il tempo scorre, le epoche si susseguono, nuove tendenze e nuove scie di pensiero si affacciano. E anche lo sport si lascia trasportare dal ciclone di cambiamenti. Nel tentativo di spostare l’attenzione dalla cura maniacale dell’estetica, tipico cliché di molti cultori del fitness, ad una concezione più globale e salutistica dell’attività sportiva, trainer e titolari delle palestre odierne puntano su una categoria più esaustiva: quella del wellness.

Lo sport assume una nuova connotazione, libera dallo stereotipo diperfezione estetica quale imperativo morale, più profonda e concettuale: attività fisica per sentirsi bene, per la cura della salute, per l’equilibrio del corpo e della mente. E noi siamo schierati in prima linea a difendere una più sana e consapevole idea di benessere. Oggi, infatti, ti invogliamo ad abbracciare questa filosofia approfondendo la tematica del wellness e dell’importanza di far riprendere il tuo corpo con una sauna e un bagnoturco rilassanti, o con un idromassaggio tonificante e rigenerante.

Perché un trattamento wellness dopo l’allenamento?Fondamentalmente, per tre valide ragioni: rilassarsi e distendersi, lasciandosi dietro stress epensieri negativi; disintossicareil corpo da tossine e rifiuti della pelle; far recuperare i muscoli dall’affaticamento e da eventuali microtraumi dovuti allo sforzo. Fermo restando che ogni trattamento wellness è da adattarsi alle singole esigenze e alle singole discipline/percorsi sportivi intrapresi, esistono delle linee di massima consigliabili: sauna e bagno turco per disintossicare e depurarsi, massaggi e idromassaggi per il recupero della muscolatura e una più efficace tonificazione. Li passeremo in rassegna dandoti qualche informazione più dettagliata!

1. Sauna: consigliata a frequenze bisettimanali dai medici sportivi, aiuta il corpo a favorire la ripresa post-workout velocizzando losmaltimento del fastidiosissimo acido lattico; favorisce e velocizza l’ eliminazione di tossine e scorie presenti nel sangue, stimolando e migliorando notevolmente la circolazione ed esercitando un effetto sedativo sul sistema nervoso; aumenta la massa magra a discapito di quella grassa, ed è quindi ideale dopo un allenamento di tonificazione se il tuo obiettivo è quello di rassodare. Attento, però: senza le dovuteprecauzioni, non si va mai da nessuna parte. È d’importanza vitale non entrare in sauna immediatamente dopo l’allenamento per non sottoporre il corpo a uno “shock” di temperatura. Ti consigliamo una doccia fredda per eliminare il sudore e riportare il corpo alla sua temperatura, aspettare 10-15 minuti e, solo a questo punto, di lasciarti coccolare dal calore avvolgente della sauna. Altro appunto, non disidratarti! È bene reintegrare i liquidi persi durante l’allenamento e il trattamento: bevi quindi a sufficienza sia prima che dopo la tua sauna rilassante.

2. Bagno turco: pratica antica che sfrutta il vapore acqueo per migliorare il funzionamentodell’organismo, aiuta a dilatare i vasi sanguigni stimolando l’ ossigenazione dei tessuti; rilassa articolazioni e muscoli dopo l’attività fisica accelerandone il recupero; favorisce l’eliminazione delle tossine, purifica la pelle e stimola il ricambio idrico; riduce il dolore dovuto a eventuali lesioni e favorisce il rilassamento psico-fisico. Anche il bagno turco, dunque, va d’amore ed’accordo con lo sport: è perfetto per il recupero delle energie perse durante lo sforzo e distende i muscoli assicurando il benessere del corpo e della mente. Perfetto dopo una lezione di zumba o di step, o anche dopo attività di jogging e cardio. Anche in questo caso, ti consigliamo una doccia fredda sia prima che dopo il trattamento, e di non prolungare la tua seduta oltre i 20 minuti. Sudare e depurarsi va bene, ma con parsimonia!

3. Idromassaggio: fondamentale per un rilassamento completo della muscolatura, decontratturante grazie al delicato massaggio delle bollicine, stimola la circolazione, ossigena i muscoli eli rende più tonici; velocizza il processo di defaticamento ed elimina l’indolenzimentotipico del post-allenamento. Ideale soprattutto dopo le sedute in sala attrezzi. Accorgimenti? Sonopochi, ma essenziali. Mantieniti a una distanza di circa 15 cm dal getto per proteggere i capillari e indirizza i getti su più parti del corpo. L’acqua dovrebbe essere sempre di una temperatura inferiore a quella del corpo per stimolare le cellule a riparare eventuali lesioni e ridurre la sensazione di affaticamento/dolore post sforzo fisico.

Dedicati a te stesso e massimizza i risultati del tuo allenamento!

Tags:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu