Spadellata novembrina: farro aromatico con pioppini e fagioli

folder_openRicette
commentNessun commento

Novembre , mese di passaggio tra i primi freddi della stagione autunnale e i climi decisamente più rigidi di quella invernale. E se per certi versi l’aria frizzantina di festività che già preannuncia il Natale riempie gli animi di gioia e calore, per altri l’umore si lascia un po’ sopraffare dal grigio e il buio di giornate ormai brevissime, mentre il corpo inizia ad attivarsi per proteggersi dai malanni e dagli acciacchi che inevitabilmente il freddo porta con sé.

Noi peró, come sempre, attingiamo da un serbatoio di risorse ampio, ricco e ben saldo, da cui ci facciamo dolcemente cullare e accompagnare durante tutto l’anno e a maggior ragione in questo periodo cupo e a volte insopportabile: l’alimentazione. Con i cibi giusti – rigorosamente di stagione – combattiamo depressione e influenze, lasciando che un piatto caldo e avvolgente riporti in alto l’umore e ci rifornisca della giusta carica energetica per affrontare leintemperie invernali. E anche questo giovedí diamo quindi sfogo ad arte e creatività culinaria. In fin dei conti, fuori l’aria è rigida e il cielo non promette bene: condizioni più che favorevoli per una bella serata al caldo dei fornelli, con la mente libera, lo stomaco aperto e la salute sempre al primo posto!

La ricetta di oggi vuole infatti essere manifestazione estrema di stagionalità, gusto, pienezza e benessere. Una creazione in cui la leggerezza e l’aroma delicato del farro incontrano il gusto deciso e la ricchezza nutrizionale di due ingredientiche in novembre esprimono al meglio il proprio potenziale: dei gustosi funghi pioppini, poverissimi in calorie (circa 15 per 100g) e in grassi saturi, ricchissimi invece di acqua, fibre, potassio e fosforo, e dei nutrienti fagioli cannellini, per un giusto equilibrio tra carboidrati, proteine vegetali e fibre e una buona dose di vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C. E visto che un tocco in piú non guasta mai, spadelliamo la nostra zuppa-non zuppa aromatizzandola conqualche foglia di alloro e una bella macinata di pepe nero. Ecco come preparare il nostro farro aromatico con funghi pioppini e fagioli cannellini!

Ingredienti (per 2 persone)

– 160g di farro perlato

– 120g di fagioli cannellini secchi

– 200g di funghi pioppini

– 1 pomodoro ramato

– 1 spicchio d’aglio

– 2 foglie d’alloro

– Prezzemolo tritato q.b.

– Olio, sale, peperoncino e pepe nero q.b.

Procedimento

Unica scocciatura – se proprio vogliamo esagerare – dovrai ricordarti di lasciar i fagioli in ammollo per una notte intera, scolarli e lessarli in acqua salata (se non dovessi avere il tempo, potrai utilizzare dei cannellini bio precotti, perdendo però parte delle loro proprietà benefiche). Per il resto, una passeggiata! Lessa il farro seguendo i tempi di cottura riportati sulla confezione, scolalo al dente, raffreddalo sotto acqua corrente e condiscilo con un filo d’olio d’oliva per evitare che si attacchi. Passa alla pulizia dei pioppini: taglia i più grandi per la lunghezza e lascia invece interi i più piccoli. In una padella ampia e piuttosto fonda, fai soffriggere in un giro d’olio lo spicchio d’aglio in camicia, il peperoncino e l’alloro a fuoco vivace, aggiungendo i funghi e lasciandoli cuocere a fiamma alta per circa 5 minuti. Rimuovi la foglia di alloro e l’aglio. Abbassa un po’ il fuoco, aggiusta di sale e pepe nero, aggiungi il pomodoro ramato tagliato a piccoli pezzi e lascia andare andare altri 3 minuti. A questo punto, unisci i fagioli, il prezzemolo tritato e il farro, mescola accuratamente e aggiusta eventualmente di nuovo di sale e pepe a tuo piacimento. Il tuo farro spadellato è pronto: impiattalo ancora fumante in un piatto ben fondo e ultima la preparazione con una fetta di pane di segale tostato!

Tags: , , , , ,

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu