Natale in arrivo: lo “smart workout” pratico e veloce di Lorenzo Boco

folder_openAllenamento, Esercizi, Intervista
commentNessun commento

È quasi surreale, ma anche il 2020 – per fortuna! – è giunto agli sgoccioli. E come ogni anno, l’arrivo ufficiale dell’inverno segna l’inizio di un periodo che tutti amiamo, ma che fa tremare i nostri stomaci prima ancora di aver messo mano alle forchette: le feste natalizie. Le strade, nonostante il momento non del tutto adatto, pullulano di acquirenti generosi e frenetici. Le tavole, ancora non imbandite, aspettano di essere popolate di antipasti, primi, secondi, panettoni e torroni. Lo spirito si fa più leggero e gioioso, la pancia si fa capanna. E la linea? Terrore. Smaltire giorni di abbuffate e uscire dal loop del divano sembra un’impresa impossibile ancora prima di dover essere affrontata. Di scuse, però, non vogliamo sentirne! L’unica via possibile per godere appieno del buon cibo e della convivialità del Natale è prevenire, oltre che curare: allenarsi, prima e dopo, senza complicazioni ma con costanza. Oggi, sulla linea dell’ormai comune lavoro da casa, ti proponiamo un workout “smart”, eseguibile in totale autonomia e in breve tempo. In autonomia sì, ma con l’aiuto di un esperto!

Home training: riflessioni in tempi di Covid – Il workout oggetto del nostro articolo di oggi nasce dalle riflessioni di Lorenzo Boco, giovanissimo e professionalissimo personal trainer e preparatore atletico laureato in scienze motorie presso l’Università di Tor Vergata. Riflessioni che vanno ben oltre il mantenersi in forma e la lotta brucia grassi pre- e post-Natale: “alla luce delle tante difficoltà causate dall’emergenza Covid-19, da non sottovalutare è l’aspetto relativo alla considerevole riduzione di tutte quelle automatiche attività quotidiane, il cui venir meno ha inconsapevolmente prodotto notevoli effetti anche sul generale stato di benessere del nostro corpo”. È così che Lorenzo espone chiaro e tondo un problema che forse un po’ per pigrizia, forse un po’ per mestizia, tutti abbiamo relegato ai margini: le restrizioni cui siamo soggetti, dallo smart working all’incremento degli acquisti online, hanno reso le nostre vite ancora più sedentarie e malsane. E non si tratta di essere atleti professionisti o allenarsi 2 ore al giorno tutti i giorni, ma della “banale” riduzione del movimento del corpo e dell’amor proprio. “Una soluzione è però possibile, l’home training. Sarà sufficiente che troviate un piccolo spazio in casa e nella vostra giornata per risvegliare il vostro corpo e la vostra mente”. Già: mantenersi in forma e volersi bene. Allenarsi non solo per prepararsi ai lunghi e pesanti pasti di Natale, ma anche e soprattutto per ritrovare quella piccola spinta di cura nei confronti di sé stessi che mai dovrebbe mancare, specialmente in un momento di stallo e difficoltà come questo.

Il workout di Lorenzo Boco: semplicità e costanza – A volte, intraprendere un percorso sportivo efficace può essere più facile di quanto sembri: pochi e mirati esercizi, ma eseguiti nel modo giusto, con costanza e mai senza la giusta motivazione. In quest’ottica, Lorenzo propone “un modello di workout adatto a soggetti mediamente allenati”, da poter tranquillamente svolgere a casa, possibilmente con l’ausilio di piccoli attrezzi ma eventualmente anche a corpo libero. Da non dimenticare, tuttavia, è che l’utilizzo di pesetti, dumbell, elastici e cavigliere è indubbiamente consigliato se si desidera ottimizzare il raggiungimento dei risultati atletici e alzare l’asticella della soddisfazione personale un po’ più in alto. Per il suo workout casalingo, Lorenzo consiglia una frequenza di 3/4 volte a settimana. Ciascun circuito da ripetere 3 volte, ogni esercizio da eseguire per 30 secondi alternandone 15 di recupero, e ancora 2 minuti di recupero tra un circuito e l’altro. L’unica regola? Mantenere alta l’intensità e la motivazione!

I circuiti – Si inizia da 10 minuti di riscaldamento, alternando esercizi che coprano tutte le articolazioni alla corsa sul posto. A corpo caldo, si parte con il total body: jumping jacks, push up, squat e mountain climbers. Quel giusto mix di attività di tonificazione e cardiovascolare per non lasciare nulla al caso: muscoli più forti e tonici, metabolismo più reattivo e veloce. Al circuito total body ne seguono due più specifici, per lavorare in maniera più mirata e intensa sui distretti muscolari bassi e centrali: gambe e glutei, ovvero sumo squat, affondi alternati e bridge, e addominali, ossia i classici sit-up, russian twist e plank. Parte integrante e assolutamente imprescindibile del workout, lo stretching finale: 5 minuti di esercizi di allungamento, per alleviare i muscoli dallo sforzo accumulato e per ottenere un corpo più flessibile, sano e armonioso.

 

Tags: , , , , , , , , , ,

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu