Salute dei capelli: fattori di rischio e rimedi naturali

folder_openBenessere
commentNessun commento

Tutti, uomini e donne, giovani e adulti, siamo in qualche modo ossessionati dalla caduta dei capelli. A periodi più o meno stressanti della vita, effettivamente, corrispondono periodi più o meno felici per il cuoio capelluto: fisico sotto stress e mentalità negativa, maggior perdita di capelli e capelli più sfibrati, deboli e spenti; fisico in forze e mentalità positiva, minor perdita di capelli e capelli più sani, forti eluminosi. I capelli sono, insomma, un importanteindicatore del nostro benessere psicofisico, una sorta di campanello d’allarme mai dasottovalutare. Imponendoci di mantenere un discreto ordine fisico e mentale, magari curando l’alimentazione e riducendo il consumo di alcool e fumo, possiamo prevenire la caduta dei capelli o quantomeno contribuire a ridurne l’impatto. Cerchiamo di capire meglio quali sono i fattori di rischio principali e quali invece i migliori rimedi naturali per mantenere una chioma folta, forte e fluente!

1. Cause all’origine della perdita Una premessa essenziale: la caduta dei capelli è un processo fisiologico, legato al continuo susseguirsi dei vari cicli vitali dei capelli stessi. A cosa, però, associare una perdita di capelli anomala?

(a) Alimentazione scorretta – No alle diete povere di nutrienti fondamentali quali vitamine, specie del gruppo B, fibre e proteine. In particolare, un’eccessiva carenza di proteine può indebolire i capelli rendendoli più sottili, fragili e secchi.

(b) Squilibri ormonali – La perdita di capelli è associata nelle donne a una sottoproduzione di estrogeni, negli uomini a una carenza di ormoni maschili. Situazioni potenzialmente legate a disfunzioni della tiroide e/o delle ghiandole endocrine, alla menopausa o all’andropausa.

(c) Anemia – L’ossigenazione del cuoio capelluto svolge un ruolo essenziale: se il sangue è sano e ricco i capelli saranno folti, forti e splendenti, se viceversa il sangue è povero e in carenza di ferro, i capelli saranno spogli, deboli e spenti.

(d) Fumo e alcool – Veri e propri veleni. Entrambi modificano infatti la circolazione impedendo l’afflusso al cuoio capelluto di nutrienti essenziali ai fini della salute e della crescita del capello.

(e) Stress – Fattore altrettanto killer, o forse killer per eccellenza. Oltre a periodi più impegnativi sul piano lavorativo/ universitario/ relazionale, perdite di capelli consistenti sono più spesso legate a veri e propri shock emotivi e/o traumi psicologici.

(f) Utilizzo di prodotti aggressivi – Parliamo di shampoo e balsamo commerciali, ma soprattutto di tinte, coloranti e decoloranti che sottopongono cuoio capelluto e capelli a forti stress, danneggiandoli alla radice, disidratandoli e rendendoli più inclini alla caduta.

(g) DNA – Anche i fattori ereditari fanno la loro parte. La predisposizione alla calvizie è, per l’appunto, una predisposizione, per cui il DNA può giocare un brutto tiro mancino.

2. I rimedi più efficaci per capelli sani e forti Una volta individuati i fattori di rischio principali, corriamo ai ripari e diamoci da fare per difenderci nel migliore dei modi!

(a) I migliori cibi – Innanzitutto, nutrienti chiave a proteggere i capelli e stimolarne la crescita sono amminoacidi, ferro, magnesio, zinco e proteine. In viagenerale, carne bianca e rossa, pesce e uova assolutamente essenziali per una buona scorpacciata di proteine. Nello specifico, alleati dei capelli in quanto ricchi di altri nutrienti fondamentali sono: salmone, ricco, oltre che di proteine, di vitamina D e acidi grassi quali gli Omega3, che stimolano la crescita del capello;ostriche e sardine, ricche di zinco, ferro e vitamina B12; alghe, in particolare nori, wakame e spirulina, le più ricche di vitamine del gruppo B e zinco, ma anche di altri importanti minerali quali il magnesio e il calcio; spinaci, eccellente fonte di ferro oltre che di acido folico e vitamina C, che contribuiscono allo sviluppo di follicoli piliferi forti e sani, così come altre verdure a foglia verde con proprietà analoghe quali cavoli, biete e lattughe; cereali integrali (orzo, farro e riso in particolare) e semi (girasole, zucca, sesamo e papavero), ricchi dizinco e acidi grassi quali gli Omega 6, che nutrono il capello alla radice; banane, agrumi e kiwi, ottime fonti di vitamine del gruppo B, acido folico, magnesio e zinco; e carote, contenenti beta-carotene, un pigmento antiossidante che viene trasformato dal corpo in vitamina A, in quanto stimolano la produzione di sebo mantenendo i capelli setosi e idratati.

(b) Integratori alimentari – Perché non associarli a un’alimentazione completa e ad hoc perpotenziarne i benefici? In particolare, ti segnaliamo: olio essenziale di limone o di cedro atlantico, entrambi ottimi a frenare la caduta dei capelli, da usare per un massaggio sullacute per riattivare la circolazione e favorire la ricrescita; equiseto – in pastiglie o in polvere – una pianta ricca di sali minerali (soprattutto silicio) e pertanto alleata di capelli, denti eunghie in quanto in grado di nutrire i tessuti ossei in profondità; olio di cocco, ricco di antiossidanti e vitamine (specie la E), con ottime proprietà emollienti e nutritive, da applicare su capellibagnati e mantenere a mo’ di impacco per almeno 4 ore; e magnesio marino, quarto minerale più presente nelle nostre cellule, noto non solo per essere alleato delle nostre ossa, ma anche per essere un inibitore naturale dei fattori infiammatori dei follicoli piliferi.

Tags: , , , , , , , , ,

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu