Asparagi: 3 ricette per inaugurare la primavera

folder_openAlimentazione, Benessere, Cucina, Ricette
commentNessun commento

Marzo: il tempo, in parte ballerino, comincia a regalarci giornate più lunghe e soleggiate, e la natura si risveglia in tutto il suo splendore offrendoci alberi in fiore, nuovi colori e profumi intensi. Arriva lenta ma piacevole la primavera, un’altra stagione ricca di frutti e verdure di stagione dalle proprietà miracolose. Senza costringerci tuttavia a rinunciare alle qualità nutritive dei prodotti tipicamente invernali: agrumi, pere, kiwi e mele sono ancora sulle nostre tavole, mentre broccoli, cavoli, verze, biete e spinaci continuano ad essere protagonisti di zuppe, vellutate e contorni caldi. Perché fuori, in fin dei conti, l’aria è ancora piuttosto fresca! Oggi, però, ci prepariamo ad accogliere l’imminente stagione primaverile con uno dei prodotti più rappresentativi e freschi di questo periodo: gli asparagi.

Proprietà degli asparagi – Coltivati o selvatici, bianchi, verdi o violetti, gli asparagi sono il bouquet di primavera per eccellenza: belli da vedere, ottimi da mangiare e alleati della salute, che proprio in questo cambio di stagione va tutelata più che mai. Dalle eccellenti proprietà diuretiche e depurative, e poveri in calorie (circa 25 kcal per 100 g), sono un alimento ideale nelle diete ipocaloriche e disintossicanti. Grazie all’elevato contenuto di acido folico, poi, sono ottimi nell’alimentazione di donne in gravidanza e di chi soffre di anemia. Ricchi in minerali (in particolare calcio, fosforo e potassio), hanno un elevato potere drenante, il che li rende un perfetto rimedio naturale contro ritenzione idrica e cellulite. Ma non finisce qui: vantano infatti proprietà antinfiammatorie grazie alla presenza di antiossidanti quali vitamina C, carotenoidi e vitamine del gruppo B, aiutano a regolare la circolazione sanguigna e la pressione arteriosa, proteggono la pelle e stimolano la funzione epatica e, last but not least, sono un ottimo rimedio contro la stitichezza in quanto ricchi di fibre. E poi…ci piacciono perché si prestano a mille e più utilizzi in cucina! Bolliti, al vapore, spadellati, usati in risotti, paste o quiche colorate e primaverili, ce n’è per tutti i palati! Oggi, te li proponiamo in tre diverse varianti semplici, gustose ma sempre alleate della linea: un antipasto sfizioso, un delicatissimo piatto completo e una versione proteica!

Flan di asparagi selvatici e ricotta

Ingredienti (4 monoporzioni) – 350 g asparagi selvatici, 350 g ricotta di capra, 2 uova medie, 40 g parmigiano, sale, noce moscata, pepe nero, basilico e olio evo q.b.

Procedimento – Pulisci gli asparagi e passali sotto acqua fredda corrente, quindi rimuovi la parte bianca e sbollentali per qualche minuto, finché non si saranno ammorbiditi. Scolali e taglia alcune punte tenendole da parte, sminuzza la restante parte e frullala con un miniprimer fino a ridurla a crema. In una ciotola, mischia la crema di asparagi con la ricotta,           le uova, il parmigiano e qualche foglia di basilico tritato finemente, quindi aggiusta di sale, pepe e noce moscata. Ungi dei pirottini monoporzione con dell’olio evo e riempili per 3/4, riponi i pirottini su una teglia da forno che dovrai riempire con acqua fino a metà. Fai cuocere a forno preriscaldato a 180° per circa 15-20 min. Una volta cotti, tirali fuori e lascia riposare per qualche minuto, quindi sformali in un piatto da portata e guarniscili con le punte di asparago tenute da parte in precedenza.

Vellutata di asparagi e gamberi

Ingredienti (4 persone) – 500 g asparagi, 200 g gamberi sgusciati, 2 patate grosse, 500 ml brodo vegetale, 1 scalogno, 1 limone (succo), pepe bianco, sale, menta, e olio evo q.b.

Procedimento – Inizia pelando le patate, lavandole e tagliandole a cubetti, quindi tienile da parte. Pulisci e lava gli asparagi eliminando le parti più dure, taglia a rondelle i gambi mantenendo invece le punte intere. Sbollenta le punte per 3-4 min in poca acqua salata, scolale e tienile da parte per la decorazione finale. A questo punto, sbuccia lo scalogno e tritalo finemente per farlo soffriggere in una casseruola con un giro d’olio evo, aggiungi le patate a cubetti e i gambi degli asparagi a rondelle, lasciando cuocere a fuoco medio per circa 10 min. Aggiungi 500 ml di brodo vegetale caldo e prosegui la cottura a fuoco basso per circa 30 min o finché non sentirai con una forchetta che le patate sono morbide, aggiustando di sale e pepe. Nel frattempo, lessa i gamberi puliti e sgusciati per circa 3 min e mettili a insaporire con un giro d’olio evo, succo di limone e foglioline di menta. Frulla il contenuto della casseruola con un miniprimer fino a ottenere una crema liscia e vellutata (se è troppo densa aggiungi altra acqua o brodo). Il tuo piatto va solo composto: versa in un piatto fondo la vellutata, disponi sopra i gamberi marinati e aggiungi le punte degli asparagi per ultimare la decorazione.

Bruschetta con uovo in camicia e asparagi saltati

Ingredienti (4 persone) – 4 uova medie, 1 mazzetto di asparagi, 4 fette pane integrale o di segale, olio evo, brodo vegetale, aceto, sale e pepe nero q.b.

Procedimento – Porta a ebollizione in una pentola acqua e un paio di cucchiai di aceto bianco, quindi apri all’interno un uovo alla volta facendo attenzione a non rompere i tuorli. Con l’aiuto di un cucchiaio, avvolgi l’albume intorno al tuorlo per farlo rapprendere senza che si disperda. Appena pronto (ci vorranno dai 3 ai 4 min a uovo), togli l’uovo e fermane la cottura immergendolo in acqua e ghiaccio. Intanto, pulisci gli asparagi ricavandone le punte e sbollentando queste ultime per 2 minuti in acqua bollente e salata. Fai scaldare un giro d’olio in una padella rovente e salta le punte a fuoco alto, salandole, pepandole e aggiungendo un mestolino di brodo finché non risulteranno belle croccanti. Scalda al forno le fette di pane e componi la tua bruschetta, adagiandovi sopra prima le punte degli asparagi e poi, sopra, le uova in camicia. Un ultimo giro d’olio evo, les jeux sont faits!

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu