8 tip per iniziare a correre nel modo giusto

folder_openMotivazione
commentNessun commento

Ogni mattina la solita storia: abbandonare il letto e trovare lo sprint per dare il giusto “La” alla giornata, un trauma. E se litri di caffè e colazioni nutrienti sembrano non reggere il passo di fronte l’asprezza di interminabili ore lavorative o universitarie, quale espediente per cambiare il mood in positivo? Noi un’idea ce l’abbiamo, ed è spesso il migliorrimedio a ogni male: muoversi, muoversi, muoversi! Oggi ci focalizziamo sul movimento cardiovascolare, e ancora più nello specifico sulla corsa. Sappiamo bene che cimentarsi nel running sembra forse la sfida più ardua del secolo. Ma con i giusti presupposti e i giusti accorgimenti, anche le gambe più pigre sapranno andare lontano. Ci teniamo a spendere qualche parola in più su quali motivazioni darsi e come portarle avanti. Perché quando si sceglie di approcciare il running, lo sprint non è tutto. Innumerevoli le variabili da prendere in considerazione, altrettante le regole da rispettare. La checklist da spuntare, insomma, è lunga. Eccoti quindi 8 consigli utili per iniziare a correre e continuare a farlo nel modo giusto!

1. Stabilisci un obiettivo chiaro e definito – Poco importa quale obiettivo, purché tu ne abbia uno saldo e delineato. Che si tratti di correre 3 km due volte a settimana giusto mantenerti in forma o di intraprendere un percorso più strutturato per diventare un maratoneta provetto, quel che conta è valutare attentamente dove vuoi arrivare, perché ci vuoi arrivare, il livello di prestanza fisica attuale e quello che dovrai ottenere per portare a segno il tuo goal. Rifletti quindi sul motivo per cui hai scelto di allacciarti le scarpe e delimitalo chiaramente per poter definire le modalità più adatte per raggiungerlo.

2. Rispetta la tua tabella di marcia – Una volta chiariti gli obiettivi, dovrai focalizzarti sugli step necessari per arrivare in cima alla vetta. E proprio come gli obiettivi necessitano di chiarezza, chiaro e scandito – e soprattutto personalizzatoe ad hoc – dovrà essere anche il tuo programma: scegli quindi i tuoi giorni, i tuoi orari (se al mattino in apertura di giornata o la sera in chiusura), quanti km percorrere e dove. Da qui, il running dovrà diventare il tuo appuntamento improrogabile in base al quale organizzare altri eventuali impegni.

3. A piccole dosi Meno pindarico il volo, più agevole il processo. Iniziando daipiccoli passi, infatti, potrai aumentare il tuo livello più avanti e sentirti gradualmente sempre più soddisfatto. Se non sei abituato a correre ma l’idea ti entusiasma, ragiona e parti dalle basi: corri in maniera rilassata e facendo pause se necessario, niente falcate lunghe da centometrista né esaurimenti da buttare via il fiato dopo i primi 10 minuti. La calma, si sa, è la virtù dei forti!

4. Ascolta il tuo corpo e trova il ritmo più adatto a te – Perché sia efficiente e produca risultati, un allenamento di questo tipo presuppone ragionamento e consapevolezza. Focus su distanze, intervalli, velocità, lunghezza dei passi e respirazione. Soprattutto se sei ai primissimi inizi, scegli delle distanze di non oltre 6 km, da spezzare con brevi intervalli di camminata per recuperare il fiatoe allenare il tuo sistema cardiovascolare a diversi ritmi. Il corpo ha sempre bisogno di tempo per abituarsi allo stress e allo sforzo fisico, quindi ascoltalo e salvaguardalo!

5. L’unione fa la forza – Se la tua motivazione non basta e senti di aver bisogno di una spintarella in più, scegli un fedele compagno. Chi fa da sé fa per tre, vero, ma la buona compagnia non guasta mai, specie in inverno quando alle 16 cala il buio e l’umore comincia a crollare a terra. Condividi la tua passione con chi come te vuole coltivarla e fatevi forza a vicenda. E poi, diciamocelo, se volessi provare a fermarti a metà strada, almeno ci sarà qualcuno a controllare che tu non lo faccia!

6. Divertimento, sempre Il dovere sì, ma anche il piacere! La corsa, in quanto difficile da intraprendere, dev’essere un’attività stimolante. Se optiper una corsa all’aria aperta, mai uscire di casa senza la tua musica di accompagnamento. Cerca più motivazione nelle canzoni dei tuoi artisti preferiti: prepara la tua playlist preferita e corri seguendone il ritmo! Se invece opti per la corsa indoor, potrai sempre guardare un podcast divertente sullo schermo del tuo tapis roulant!

7. Scegli l’abbigliamento da running adatto – Anche il corredo vestiario ha la sua importanza. D’estate magliette e shorts in materiale tecnico traspirante, d’inverno magliette e leggins in materiale tecnico termico. Ancora più fondamentale, però, la scelta delle scarpe: che siano scarpe studiateper il running, in grado di assicurare la giusta ammortizzazione, il giusto comfort e la giusta resistenza sulle lunghe distanze!

8. Stretching– Ultimo, non per importanza, l’allungamento. Da praticare sempre per circa 10 min dopo ogni corsa, onde evitare spiacevoli accumuli di acido lattico e dolori che potrebbero influire negativamente sulla tua tabella di marcia!

Tags: , , , , , , , , , ,

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu