2019: nuovi obiettivi e buoni propositi

folder_openBenessere
commentNessun commento

“Anno nuovo, vita nuova”, ci insegnano. Noi, però, più che a una vita nuovaaspiriamo a dei nuovi noi. O ancora meglio, dei noi più consapevoli, propositivi, focalizzati e decisi. Il mese di gennaio è quello delle somme tirate sull’anno appena lasciatoci alle spalle, e della decantata lista di buoni propositi per quello a venire. E quest’anno, visto che in quelli passati abbiamo forse tirato un po’ troppo la corda, scegliamo di ripartire da due regole di fondo: nonfare il passo più lungo della gamba e ragionare sul lungo termine. Perché se la lista dei propositi è lunga,bisognerà pur fare una scrematura ed essere consapevoli di quali, puntando sempre in alto, sono raggiungibili e quali no, e soprattutto con quali tempistiche. Non si diventa da sedentari a sportivi in un mese, e non si passa dal junk food al clean eating dall’oggi al domani. Quindi, non chiedere troppo a noi stessi sarà la chiave di volta del nostro successo. Cambiare gradualmente , a piccoli passi, e soprattutto con meno idee in testa, ma più chiare.Parole d’ordine, insomma, obiettivi circoscritti e pazienza!

Ah, dimenticavamo – o forse lo davamo per scontato – l’assunto di base: per ricominciare al meglio e con la giusta determinazione, non possiamo che lavorare prima di tutto sul nostro equilibrio corpo-mente. Preservare la salute fisica per assicurarcene una anche psicologica, che a sua volta sarà la condizione sine qua non di una mappa mentale del nuovo anno definita e coerente. Quindi, ripartiamo dalle origini: noi stessi e il nostro benessere. Vediamo quali target prefiggerci e come iniziare a lavorarci su in questo esordio 2019!

1. Smettere di rimandare – Voci dei verbi “rimandare” e “giustificarsi” tassativamente vietate! Che si tratti di sport, alimentazione, lavoro o relazioni personali, prendiamoquest’anno come quello giusto per smetterla di crogiolarci nella comfort zone in cui abbiamo sguazzato finora: gennaio è un mese di apertura, e in quanto tale il migliore per entusiasmarci, auto-motivarci e tradurre le parole in fatti. Iniziamo da subito e senza condizioni, se non vogliamo che ogni giorno di procrastinazione e inettitudine si trascini dietro i successivi 364!

2. Azioni piccole ma concrete – Come dicevamo, i piccoli passi – se chiaramente stabiliti – sono sempre più realizzabili dei voli pindarici: dimentichiamo quindi obiettivi vaghi ed eccessivamente ambiziosi del tipo “fare sport tutti i giorni” o “mangiare sano tutto l’anno”, e sostituiamoli con azioni chiare e praticabili come “camminare almeno 30 min al giorno per almeno 3 volte a settimana” e “ridurre il consumo di zuccheri e aumentare quello di fibre”. Così facendo, potremo anche concederci qualche incidente di percorso senza sentirci terribilmente in colpa e non incappare in stupidi eccessi.

3. Ottimizzare i tempi ed essere più produttiviTime is money, e la vita va vissuta senza sprechi di tempo, oltre che di denaro. Ottimizzare il tempo a nostra disposizione significa essere più orientati ai risultati da ottenere, pianificare (e non improvvisare!) il tempo libero dedicandolo a interessi e affetti, lavorare puntando sulla qualità dell’operato e non sulla quantità di ore trascorse davanti alla scrivania. Su quest’ultimo punto, poi, spezziamo una speciale lancia a favore dello sport, in quanto catalizzatore chiave di una maggior produttività, lucidità e capacità di concentrazione, disponibilità energetica a fronte delle più dure sfide professionali, nonché di una miglior gestione tra vita privata e vita lavorativa, dei rapporti lavorativi e dei conflitti sul posto di lavoro.

4. Dedicarci al massimo alla cura di noi stessi – Non dimentichiamo che corpo e mente convivono in un unico meccanismo vitale: trascurare il nostro organismo equivale a non metterci nelle giuste condizioni psicologiche per affrontare la vita di tutti i giorni. Quindi, coccoliamoci più che possiamo, in nome dell’amor proprio: monitoriamo la nostra salute e fidiamoci di più del nostro medico, alleniamoci costantemente e senza troppe pretese, mangiamo sano senza drastiche rinunce, concediamoci un massaggio tonificante e una fuga alla spa appena fuori dall’ufficio il venerdì sera!

5. Madre Natura e le sue meraviglie – Se il tempo libero è poco, meno mani frenetiche sulla tastiera e occhi incollati sui social network, più aria fresca e passeggiate immersi nel verde. Il ventunesimo secolo è quello del boom tecnologico, un’era digitale quasi spietata: cogliamo, invece, questo 2019 come una nuova chance di riconciliazione con la semplicità e la purezza dei prodotti e dei paesaggi che la natura ci offre. Riscopriamo i profumi, i sapori e i colori della terra, camminiamo meno su strade asfaltate e più tra prati, ciottoli e spighe di grano, e concediamo ai nostri polmoni un po’ di aria pulita lontani dal caos e dallo smog delle città!

Tags: , , , , ,

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu